Scroll to top

LUCIANO, MESSAGGERO DI PACE | Piazza Grande, Modena


LUCIANO, MESSAGGERO DI PACE | Piazza Grande, Modena

La Città di Modena ha ricordato la figura del Maestro Pavarotti, a sette anni dalla scomparsa, con uno spettacolo gratuito, grazie all’impegno congiunto della Fondazione Luciano Pavarotti e del Comune di Modena, con il sostegno fondamentale dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Modena.

Nel 2015, l’omaggio al Maestro Pavarotti è stato volto a ricordare il suo spirito filantropico e quanto si è speso, a livello personale e professionale, per tante cause meritevoli spesso dimenticate dalle cronache, anche nel ruolo di Messaggero di Pace delle Nazioni Unite, titolo conferitogli nel 1998 dall’allora Segretario Generale Kofi Annan.

L’iniziativa si è svolta Piazza Grande, con la conduzione di Milly Carlucci, la padrona di casa di quasi tutte le edizioni del “Pavarotti & Friends”, che ha saputo accogliere con inappuntabile eleganza e spontaneità gli artisti che si sono alternati sul palco.

Ospite speciale della serata è stato il giovane e bravissimo musicista Raphael Gualazzi che ha interpretato con il suo personalissimo stile “Imagine”, “Blowin’ in the wind” e la sua hit “Sai”.

Raphael Gualazzi ha inoltre duettato, interpretando “Caruso” e “Miss Sarajevo” con alcuni dei giovani tenori emergenti che si sono esibiti in alcune delle arie d’opera tante volte interpretate dal Maestro Pavarotti nel corso della sua lunga e straordinaria carriera.
Si trattava di: Giuseppe Caltagirone, Davide Carboni, Matteo Desole, Alessandro Fantoni, Giuseppe Gambi, Marco Miglietta, Jenish Ysmanov.

Sul palco, ad accompagnare la compagine di cantanti è stata l’Orchestra dell’Opera Italiana diretta per l’occasione dal Maestro Aldo Sisillo, direttore del Teatro Comunale Luciano Pavarotti di Modena.

Il consulente musicale e preparatore dei giovani tenori è stato il Maestro Paolo Andreoli.

Sul palco di Modena sono, inoltre, saliti volti noti del cinema che hanno letto con grande intensità e commovente partecipazione brani sulla pace e la salvaguardia dei diritti umani, un tema caro al Maestro e, spesso, di stringente quanto drammatica attualità. Gli interpreti sono stati Isabella Ferrari, Giulio Scarpati e Daniele Pecci.

Hanno inoltre portato la loro testimonianza sul palco anche l’amica di lunga data del Maestro Pavarotti Anna Cataldi – giornalista e scrittrice, nonché ex-Messaggero di Pace delle Nazioni Unite – e Alfonso Signorini, giornalista e grande appassionato di opera.

A ricordare il Maestro Pavarotti anche alcuni contributi video che hanno ripercorso, attraverso le immagini di repertorio, momenti salienti dei “Pavarotti & Friends”, delle inaugurazioni dei centri realizzati in Guatemala e Bosnia, nonché i premi e le attestazioni attribuiti al Maestro a livello internazionale.

test
È stato portato alla nostra attenzione che una signora sostiene di essere nipote del Maestro Pavarotti quando in realtà non lo è.
In talune circostanze, tale persona ha presumibilmente sfruttato questo falso legame per ottenere denaro e benefici.

Se avete dubbi e desideriate verificare se certi individui siano effettivamente affiliati alla famiglia o alla fondazione Pavarotti, non esitate a contattarci scrivendo a: info@lucianopavarottifoundation.com