Scroll to top

LUCIANO, MESSAGGERO DI PACE | Piazza Grande, Modena


LUCIANO, MESSAGGERO DI PACE | Piazza Grande, Modena

La Città di Modena ha ricordato la figura del Maestro Pavarotti, a sette anni dalla scomparsa, con uno spettacolo gratuito, grazie all’impegno congiunto della Fondazione Luciano Pavarotti e del Comune di Modena, con il sostegno fondamentale dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Modena.

Nel 2015, l’omaggio al Maestro Pavarotti è stato volto a ricordare il suo spirito filantropico e quanto si è speso, a livello personale e professionale, per tante cause meritevoli spesso dimenticate dalle cronache, anche nel ruolo di Messaggero di Pace delle Nazioni Unite, titolo conferitogli nel 1998 dall’allora Segretario Generale Kofi Annan.

L’iniziativa si è svolta Piazza Grande, con la conduzione di Milly Carlucci, la padrona di casa di quasi tutte le edizioni del “Pavarotti & Friends”, che ha saputo accogliere con inappuntabile eleganza e spontaneità gli artisti che si sono alternati sul palco.

Ospite speciale della serata è stato il giovane e bravissimo musicista Raphael Gualazzi che ha interpretato con il suo personalissimo stile “Imagine”, “Blowin’ in the wind” e la sua hit “Sai”.

Raphael Gualazzi ha inoltre duettato, interpretando “Caruso” e “Miss Sarajevo” con alcuni dei giovani tenori emergenti che si sono esibiti in alcune delle arie d’opera tante volte interpretate dal Maestro Pavarotti nel corso della sua lunga e straordinaria carriera.
Si trattava di: Giuseppe Caltagirone, Davide Carboni, Matteo Desole, Alessandro Fantoni, Giuseppe Gambi, Marco Miglietta, Jenish Ysmanov.

Sul palco, ad accompagnare la compagine di cantanti è stata l’Orchestra dell’Opera Italiana diretta per l’occasione dal Maestro Aldo Sisillo, direttore del Teatro Comunale Luciano Pavarotti di Modena.

Il consulente musicale e preparatore dei giovani tenori è stato il Maestro Paolo Andreoli.

Sul palco di Modena sono, inoltre, saliti volti noti del cinema che hanno letto con grande intensità e commovente partecipazione brani sulla pace e la salvaguardia dei diritti umani, un tema caro al Maestro e, spesso, di stringente quanto drammatica attualità. Gli interpreti sono stati Isabella Ferrari, Giulio Scarpati e Daniele Pecci.

Hanno inoltre portato la loro testimonianza sul palco anche l’amica di lunga data del Maestro Pavarotti Anna Cataldi – giornalista e scrittrice, nonché ex-Messaggero di Pace delle Nazioni Unite – e Alfonso Signorini, giornalista e grande appassionato di opera.

A ricordare il Maestro Pavarotti anche alcuni contributi video che hanno ripercorso, attraverso le immagini di repertorio, momenti salienti dei “Pavarotti & Friends”, delle inaugurazioni dei centri realizzati in Guatemala e Bosnia, nonché i premi e le attestazioni attribuiti al Maestro a livello internazionale.