Scroll to top

COL SOLE IN FRONTE | Piazza Grande, Modena


COL SOLE IN FRONTE | Piazza Grande, Modena

Domenica 6 settembre 2015 serata spettacolo dedicata al carattere solare del Maestro. Protagonisti Massimo Ranieri, Vittorio Grigolo e i giovani talenti sostenuti dalla Fondazione, con la conduzione di Simona Ventura

Voglio vivere così, col sole in fronte”, un verso che, cantato da Luciano Pavarotti, mette sempre allegria e gioia di vivere. E proprio “Col sole in fronte” è stato il titolo dello spettacolo gratuito con cui Modena ha  ricordato il tenore in piazza Grande, domenica 6 settembre, nell’ottavo anniversario della morte.

Lo spettacolo si è ispirato alla solarità e al carattere ottimista e positivo del Maestro, alla gioia di vivere che gli apparteneva e comunicava agli altri in modo contagioso. Le canzoni eseguite, con l’accompagnamento dell’Orchestra dell’Opera Italiana diretta dal Maestro Paolo Andreoli, sono state su questa lunghezza d’onda emotiva, come ad esempio “Buongiorno” e “Voglio vivere così”. L’ospite d’onore è stato Massimo Ranieri. Si sono esibiti anche i giovani cantanti emergenti della Fondazione Pavarotti ed è intervenuto, protagonista anche in duetto con Massimo Ranieri, Vittorio Grigòlo, artista che il “tenorissimo” fece in tempo a conoscere e ad apprezzare.

La serata è stata condotta da Simona Ventura che, quando era ancora una giovane inviata, è stata protagonista dei collegamenti pomeridiani del concorso ippico Pavarotti International con le trasmissioni di Gianni Minà.

I giovani talenti lirici sostenuti dalla Fondazione Luciano Pavarotti ed intervenuti nella serata sono stati: Elisa Balbo, Matteo Desole, Biagio Pizzuti, Alessandro Scotto di Luzio e Jenish Ysmanov.

 

Le immagini della galleria fotografica sono di © Gianluca Naphtalina Camporesi per la Fondazione Luciano Pavarotti.
test
È stato portato alla nostra attenzione che una signora sostiene di essere nipote del Maestro Pavarotti quando in realtà non lo è.
In talune circostanze, tale persona ha presumibilmente sfruttato questo falso legame per ottenere denaro e benefici.

Se avete dubbi e desideriate verificare se certi individui siano effettivamente affiliati alla famiglia o alla fondazione Pavarotti, non esitate a contattarci scrivendo a: info@lucianopavarottifoundation.com