Scroll to top

Concerto tributo in memoria del Maestro Pavarotti | Madlenianum, Belgrado (Serbia)


Concerto tributo in memoria del Maestro Pavarotti | Madlenianum, Belgrado (Serbia)

Luciano Pavarotti ha debuttato il 29 Aprile 1961 a Reggio Emilia, interpretando il ruolo di Rodolfo ne La Bohème di Giacomo Puccini. Da quella data emblematica è iniziato un felice cammino che, nel corso di più di quarant’anni, l’ha condotto su tutti i palcoscenici del mondo.

Nel 1961, alla data di Reggio Emilia seguirono numerosi ingaggi in Italia nonché uno all’estero: il 3 Dicembre di quell’anno Luciano Pavarotti debuttò, infatti, ne La Traviata di Giuseppe Verdi presso il Teatro Nazionale di Belgrado. Per lui era la prima performance estera ma anche la prima volta fuori dall’Italia in assoluto.

Ricordando quell’avvenimento, insieme alla Signora Madlena Zepter, la Fondazione ha organizzato una speciale manifestazione per celebrare il Maestro nella città che ha segnato il suo debutto internazionale e che egli stesso non ha mai dimenticato di menzionare come significativa tappa di svolta della sua lunga carriera.

Per l’occasione, il Maestro è stato ricordato con due serate di concerto lirico e con una speciale mostra presso l’Istituto Italiano di Cultura di Belgrado.

Ai concerti che si sono svolti presso il prestigioso Teatro Madlenianum hanno partecipato anche alcuni degli allievi che il tenore ha personalmente seguito e a cui ha impartito lezioni per molti anni. Si sono esibiti sul palcoscenico del Madlenianum: Francesca Cappelletti, Luigi Cirillo, Francesco Ellero D’Artegna, Andrea Griminelli, Antonella Tegliafilo, Domenico Tegliafilo, Simona Todaro. L’orchestra del Madlenianum è stata diretta dal Maestro Giuseppe Acquaviva.

La mostra è stata parte integrante dell’omaggio che Belgrado ha offerto al Maestro Pavarotti. L’esibizione ha offerto un excursus della vita e della carriera del Maestro, una sintesi del percorso umano ed artistico che l’ha portato a diventare uno dei personaggi più amati ed apprezzati del nostro tempo.

test
È stato portato alla nostra attenzione che una signora sostiene di essere nipote del Maestro Pavarotti quando in realtà non lo è.
In talune circostanze, tale persona ha presumibilmente sfruttato questo falso legame per ottenere denaro e benefici.

Se avete dubbi e desideriate verificare se certi individui siano effettivamente affiliati alla famiglia o alla fondazione Pavarotti, non esitate a contattarci scrivendo a: info@lucianopavarottifoundation.com